Questa pagina utilizza cookie per migliorare l'esperienza degli utenti e quella di terzi derivante dall'utilizzo della nostra web, dei social media, nonché per migliorare l'uso e le informazioni su di essa con Google Analytics. I dati personali non vengono consultati. Se si continua a navigare considereremo che se ne accetta l’uso. È possibile modificare la configurazione e ottenere ulteriori informazioni su cookies privacy .
Accetta
Il caso dell'Università Juan Carlos di Madrid ha suscitato molta preoccupazione in coloro i quali hanno provato ad iscriversi all’Ordine degli Avvocati in Spagna dopo aver conseguito una laurea in giurisprudenza in Italia. Infatti, molti laureati si erano affidati a una società italiana che proponeva un percorso di convalida ed integrazione degli studi in Spagna per ottenere l’iscrizione all’Albo dell’Ordine degli Avvocati. La societá italiana si era incaricata di consegnare, per conto degli studenti, una copia del diploma di laurea conseguito presso l’universitá italiana per ottenere il riconoscimento di alcuni crediti formativi. Mentre, per ottenere i restanti crediti e la conseguente convalida del titolo universitario italiano, i laureati si erano recati presso l’ Universidad Rey Juan Carlos di Madrid per sostenere otto esami. Il tutto al fine del conseguimento della Licenciatura en Derecho. Tale titolo, fino al 2016, era sufficiente per   potersi iscrivere all’Ordine degli Avvocati in Spagna, diversamente da quanto previsto in Italia ove é obbligatorio svolgere un tirocinio forense della durata di diciotto mesi. Nonostante tutti i documenti fossero in regola, e nonostante l’Ordine degli Avvocati in Spagna avesse inizialmente effettuato l'iscrizione all’Albo, successivamente è scattato l’allarme di un possibile rischio di radiazione dall'Albo. Lo scorso novembre, infatti, l’Ordine degli Avvocati di Madrid su segnalazione del Consiglio Nazionale Forense ha contattato i giovani Abogados evidenziando che il loro titolo non poteva essere considerato idoneo all'iscrizione nel Registro Nazionale (Registro Nacional de títulos del Ministerio de Educación y Cultura), e che per tale motivo avrebbe proceduto alla loro cancellazione dall'Albo degli Avvocati. Ad oggi rimane incertezza circa i motivi che non hanno permesso l'iscrizione  del titolo universitario nel Registro Nazionale ed inoltre bib vi sono tuttora informazioni affidabili per evitare la cancellazione dall'ordine degli Avvocati di Madrid.

AGGIORNAMENTO aprile 2018:

L’università Juan Carlos di Madrid ha impugnato dinanzi ai Tribunali Amministrativi la negativa del Ministero di voler iscrivere nel Registro le iscrizioni all’Albo degli Avvocati di Madrid.  L'Ordine professionale intende tutelare i propri Avvocati avendo avuto modo di verificare che il problema amministrativo non dipende da loro. Ritenendo corretta la posizione giuridica dell’università, l'Area legale dell'Ordine degli Avvocati di Madrid ha manifestato  la decisione di sospendere le verifiche in corso in attesa della sentenza del Tribunale amministrativo che sicuramente obbligherà il Ministero a iscrivere i titoli nel famoso Registro de títulos.'/>

A rischio l’iscrizione all’Ordine degli Avvocati in Spagna

Scritto da Lawants on . Postato in Blog

A rischio l’iscrizione all’Ordine degli avvocati in Spagna (marzo 2018)

Il caso dell’Università Juan Carlos di Madrid ha suscitato molta preoccupazione in coloro i quali hanno provato ad iscriversi all’Ordine degli Avvocati in Spagna dopo aver conseguito una laurea in giurisprudenza in Italia. Infatti, molti laureati si erano affidati a una società italiana che proponeva un percorso di convalida ed integrazione degli studi in Spagna per ottenere l’iscrizione all’Albo dell’Ordine degli Avvocati.

La societá italiana si era incaricata di consegnare, per conto degli studenti, una copia del diploma di laurea conseguito presso l’universitá italiana per ottenere il riconoscimento di alcuni crediti formativi. Mentre, per ottenere i restanti crediti e la conseguente convalida del titolo universitario italiano, i laureati si erano recati presso l’ Universidad Rey Juan Carlos di Madrid per sostenere otto esami. Il tutto al fine del conseguimento della Licenciatura en Derecho.

Tale titolo, fino al 2016, era sufficiente per   potersi iscrivere all’Ordine degli Avvocati in Spagna, diversamente da quanto previsto in Italia ove é obbligatorio svolgere un tirocinio forense della durata di diciotto mesi.

Nonostante tutti i documenti fossero in regola, e nonostante l’Ordine degli Avvocati in Spagna avesse inizialmente effettuato l’iscrizione all’Albo, successivamente è scattato l’allarme di un possibile rischio di radiazione dall’Albo. Lo scorso novembre, infatti, l’Ordine degli Avvocati di Madrid su segnalazione del Consiglio Nazionale Forense ha contattato i giovani Abogados evidenziando che il loro titolo non poteva essere considerato idoneo all’iscrizione nel Registro Nazionale (Registro Nacional de títulos del Ministerio de Educación y Cultura), e che per tale motivo avrebbe proceduto alla loro cancellazione dall’Albo degli Avvocati.

Ad oggi rimane incertezza circa i motivi che non hanno permesso l’iscrizione  del titolo universitario nel Registro Nazionale ed inoltre bib vi sono tuttora informazioni affidabili per evitare la cancellazione dall’ordine degli Avvocati di Madrid.

AGGIORNAMENTO aprile 2018:

L’università Juan Carlos di Madrid ha impugnato dinanzi ai Tribunali Amministrativi la negativa del Ministero di voler iscrivere nel Registro le iscrizioni all’Albo degli Avvocati di Madrid.  L’Ordine professionale intende tutelare i propri Avvocati avendo avuto modo di verificare che il problema amministrativo non dipende da loro. Ritenendo corretta la posizione giuridica dell’università, l’Area legale dell’Ordine degli Avvocati di Madrid ha manifestato  la decisione di sospendere le verifiche in corso in attesa della sentenza del Tribunale amministrativo che sicuramente obbligherà il Ministero a iscrivere i titoli nel famoso Registro de títulos.

Lascia un commento